Esempio di modellazione complessa con ArCon Modeller (modulo incluso)

Premessa
Sfruttando le operazioni booleane di ArCon Modeller è possibile modellare geometrie complesse come un'automobile. Nell'esempio che segue volutamente è stata modellata un'auto intera a scopo esplicativo. Il risultato finale di questo esempio è la geometria 3D complessiva dell'intero oggetto, la quale presenta un unico materiale: per un uso pratico del modello l'automobile deve essere modellata a blocchi in modo tale che carrozzeria, vetri, gomme, cerchioni, etc. presentino tutti dei materiali diversi. Un altro buon motivo per cui la modellazione va' creata per blocchi è la creazione di maschere di taglio necessarie a realizzare le geometrie invisibili nei perimetri massimi dei prospetti.

Clicca qui per assistere all'esempio di modellazione di una volta mediante la combinazione di due profili

Fase 1:
Disegnare i tre prospetti 2D del modello. Per una realizzazione precisa è consigliato disegnare il modello nel proprio CAD 2D o in eLines incluso. Importato il disegno 2D in ArCon, utilizzare lo strumento Piattaforme per ricalcare i tre prospetti uno alla volta. Dallo strumento Piattaforme salvare tutti e tre i perimetri 2D cliccando il tasto destro del mouse e scegliendo la voce di menu Salva pianta nel file... specificando un nome e l'estensione .SHP

Fase 2:
In ArCon Modeller cliccare lo strumento Corpo estruso, definire come altezza del corpo una misura superiore a quella necessaria per ottenere la profondità dell'elemento che si stà disegnando (in questo caso la larghezza dell'automobile). Cliccare il pulsante Modifica profilo e eliminare il disegno 2D standard proposto dal programma. Aprire (col tasto destro) uno dei tre perimetri disegnati precedentemente con le piattaforme e cliccare OK. Il risultato dovrebbe assomigliare a questo:

Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla
Fase 3:
Ripetere l'operazione descritta nella fase 2 per gli altri due prospetti. Si noti che questo esempio ha solo un fine esplicativo e per questo motivo sono stati realizzati solo due prospetti su tre.
Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla
Fase 4:
Ruotare e posizionare i tre solidi dei tre prospetti (in questo caso ce ne sono solo due su tre) e eseguire l'operazione booleana d'intersezione tra il primo solido e il secondo (ingrandire l'immagine in basso a sinistra) mediante clic sul primo e poi il secondo volume. Il risultato che si ottiene (immagine qui sotto a destra) è il mantenimento dell'area solida dell'intersezione dei due volumi e la cancellazione della volumetria delle aree eccedenti dei due solidi che quindi non s'interesecano. Per completare la modellazione ripetere l'operazione booleana d'interseazione con il solido del terzo prospetto (in questo esempio non disegnato).
Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla