Passeggiate virtuali

Questo pulsante permette di passeggiare liberamente negli ambienti 3D e opzionalmente di registrarne la passeggiata in modalità Classica o in modalità StoryBoard.

Premuto il pulsante il funzionamento assomiglia molto a quello dei videogiochi 3D, dove l'osservatore si muove nella direzione in cui posiziona il puntatore del mouse o del joystick sullo schermo. Ad esempio, posizionando il cursore in alto a destra dello schermo l'osservatore cammina in questa stessa direzione e a conferma di ciò, il puntatore assume l'aspetto di una freccia in questo caso diagonale in direzione in alto a destra. E ancora, se si sposta il mouse centralmente sul lato sinistro il movimento viene eseguito lateralmente verso sinistra mentre se rimane un pochino più centrale ma sempre spostato a sinistra, l'osservatore ruota su se' stesso verso sinistra. In qualsiasi caso l'aspetto del puntatore del mouse si adegua alla direzione della passegiata evitando quindi eventuali incomprensioni sulla rotta da seguire. Le passeggiate virtuali, infine possono essere registrate come filmati sia in modalità Classica che in modalità StoryBoard (il risultato ottenuto con questo pulsante in entrambe le modalità è lo stesso).
Registrazione video in modalità Classica
Registrazione video in modalità StoryBoard
Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla
Il risultato della passeggiata è un filmato in formato AVI.
Per motivi di spazio e dimensioni il video è stato ridotto di qualità e salvato come file WMV (Windows Media Video).
Clicca l'immagine per assistere al filmato d'esempio
NOTA: Per la registrazione dei video, sebbene ArCon abbia un motore 3D potente, è possibile allegerirlo ulteriormente registrando le passeggiate virtuali soltanto dopo avere spento le geometrie di piani, edifici, oggetti, etc. superflui e dopo aver impostato l'illuminazione diurna (che è la più leggera in quanto automaticamente spegne anche le lampade). A registrazione completata prima del salvataggio del filmato, sarà possibile riattivare le geometrie e le illuminazioni spente precedentemente.