I tetti
Questo strumento a comparsa offre 10 varianti di editor per velocizzare la progettazione delle coperture. Oltre agli editor di tetti vedere anche gli editor di abbaini e terrazze per progettare abbaini e altri tipi di coperture: ad esempio per progettare una copertura a croce di quattro falde complessive disegnare un tetto a due falde e intersecarlo con due abbaini opposti a due falde. L'eventuale orditura della copertura viene tagliata in automatico dagli abbaini ma anche da eventuali lucernari. Si tenga presente che è inoltre possibile combinare più coperture tra loro (sia tetti che abbaini). Per calcolare le inclinazioni delle falde di una copertura usare il modulo d'aiuto Assistente angoli.

Modalità di inserimento:

Indipendentemente dal tipo di perimetro (in planimetria dall'alto), il primo pulsante offre un editor esteso che permette di progettare i più diversi tetti poligonali semplici e complessi (anche con falde arrotondate). Per questo strumento è indifferente il numero di falde, le loro inclinazioni e altri particolari poichè questi si determinano durante il suo utilizzo. Inoltre i programmatori di ArCon basandosi sui dati statistici hanno convenuto di offrire strumenti diretti per le coperture più usate; eccoli riepilogati in ordine di pulsante (dalla seconda icona): tetti ad una falda , a capanna, a padiglione, a padiglione interrotto, a mansarda con frontone, mansarda, a botte, a capanna con doppia inclinazione e a falda orizzontale.
La prima operazione da seguire per progettare un tetto è definire il perimetro del tetto che si intende progettare. Nella fase successiva si definiscono numero di falde, inclinazioni, sporgenze, altezze muretto, orditura del tetto, cornicioni, etc. Secondo le impostazioni scelte ArCon crearà in tempo reale i tetti e il relativo capitolato. I muri vengono tagliati automaticamente dal tetto.

Qui sotto sono riepilogati, i singoli editor; le forme (il perimetro, le falde, etc.) che si possono progettare col primo strumento sono infinite e vengono create in a base a come sono state posate.
Editor di Tetti "liberi":
(vedere tutti e tre gli esempi in fondo alla pagina)
Tetti ad una falda:
(strumento di progettazione rapida)
Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla
Tetti a due falde:
(strumento di progettazione rapida)
Tetti a padiglione:
(strumento di progettazione rapida)
Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla
Tetti a padiglione interrotto:
(strumento di progettazione rapida)
Tetti a mansarda con frontone:
(strumento di progettazione rapida)
Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla
Tetti a mansarda:
(strumento di progettazione rapida)
Tetti con volta a botte:
(strumento di progettazione rapida)
Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla
Tetti a due falde con doppia inclinazione:
(strumento di progettazione rapida)
Tetti piani:
(strumento di progettazione rapida)
Clicca l'immagine per ingrandirla
Clicca l'immagine per ingrandirla
Impostazioni: Ogni tipologia di tetto può essere personalizzato secondo proprie esigenze (dimensioni elementi, inclinazioni, sporgenze, profili, mappature, retini, colori, etc.); per salvare le nuove impostazioni definitivamente premere il pulsante Standard.

Posare i tetti: I tetti possono essere progettati secondo perimetri rettangolari, automatici (ArCon rileva il perimetro della planimetria) e poligonali (liberi). In ausilio è in ogni caso possibile usare lo strumento inserimento numerico, per definire numericamente posizioni e lunghezze durante la posa.

Esempio 1: Nel seguente esempio da una planimetria di una costruzione a U è stata creata una copertura a sei falde escludendone quindi due (i timpani) degli otto lati. La definizione delle falde avviene una alla volta poichè per ArCon è impossibile conoscere quali falde si intende escludere o quali inclinazioni, sporgenze, etc. per singola falda si vogliano attribuire. Infatti in questo esempio le sporgenze e delle falde interne della U sono maggiori di quelle esterne come pure le inclinazioni delle falde interne (qui è meno visibile) sono diverse da quelle esterne:
ArCon crea e posa automaticamente l'intera orditura in base alle scelte fatte.
L'orditura e/o le coperture possono essere accese o spente con clic.
Esempio 2: Nel seguente tetto a due falde si è voluto mettere in luce un particolare: Le due falde oltre a presentare inclinazioni e sporgenze distinte, sono appoggiate sui muri ad altezze diverse:
Clicca l'immagine per ingrandirla
Esempio 3: Questo esempio mostra le funzioni di arrotondamento delle falde. Ogni falda presenta gli stessi raggi, altezze, sporgenze, ad eccezione dei timpani che presentano sporgenze maggiori:
Clicca l'immagine per ingrandirla
Abbaini e terrazze: Cliccare per consultare gli strumenti di progettazione degli abbaini.

Copiare o spostare i tetti: ArCon offre strumenti diretti per spostare o copiare i tetti (con o senza i suoi abbaini).

Mappare: Le mappature sono fotografie di rivestimento (piastrelle, intonaci, mattoni, legname, etc...) che vengono applicate alle superfici per simularne la rappresentazione fotorealistica. E' possibile sciegliere e/o aggiungere nuove mappature, ridimensionarle e posarle a piacere. Cliccare per avere maggiori dettagli sulle funzioni per mappare.